Ad un certo momento della tua vita, vedendo tuo figlio crescere, scatta in automatico una riflessione : in questi 5 anni, io t’ho insegnato ( con tuo papa’, non escludiamolo!) a camminare, parlare, mangiare e bere da solo, a lavarti i denti con cura, le mani (senza sprecare acqua!) , a soffiarti il naso, vestirti in autonomia, andare in bicicletta, colorare, scrivere il tuo nome, e mille altre cose che sicuramente ora mi sfuggono ma mi rendo conto che tu, senza realmente saperlo, hai insegnato molto di piu’ a me … m’hai insegnato che la vita è una scoperta continua, che ogni giorno puo’ essere allegro e divertente se si gioca insieme anche solo cinque minuti, che i lavoretti piacciono ad entrambi ed è sempre una soddisfazione poter creare qualcosa con le proprie mani, che le favole si possono inventare, cosi’ come le canzoni , e poi si ride sempre di gusto, che un foglio colorato da te è un capolavoro d’appendere in sala, che il tempo è poco ma se si sfrutta bene si possono sempre fare tante cose e ogni momento insieme è davvero il regalo piu’ prezioso , che l’amore per i figli è infinito ed ogni cosa che si fà è prima di tutto per il loro bene; per una mamma che lavora tutto il giorno a volte è difficile gestire ogni cosa ma s’impara a lasciarne qualcuna da parte per non sentirsi frustrate… Vita imperfettamente perfetta? Si grazie! Sorridere sempre e comunque (oltretutto e’ un ottimo antirughe!) sognare ad occhi aperti, giocare con niente, vivere la magia di ogni stagione, di ogni gita, di ogni giorno anche se non è dei migliori … eh si, impari a guardare il mondo con occhi diversi e ti senti ogni giorno sempre piu’ te stessa; impariamo da loro a dedicarci ogni giorno a qualcosa che ci fà stare veramente bene, a ridere davvero, a correre per la casa fingendo di essere aerei, saltare nelle pozzanghere, a sporcarci le mani, a cantare stonando … il bambino dentro di voi vi ringrazierà …

 

index

At a certain moment in your life, seeing your child grow, a reflection automatically starts: in these 5 years, I taught you to walk, talk, eat and drink alone, brush your teeth with care, your hands ( without wasting water!), to blow your nose, dress yourself, ride a bike, color, write your name, and a thousand other things that surely escape me now but I realize that you, without really knowing, you have taught a lot of more ‘to me … you taught me that life is a continuous discovery, that every day can be cheerful and fun if you play together only five minutes, that the jobs like them both and it is always a satisfaction to be able to create something with their own hands, that fairy tales can be invented just like the songs and then you always laugh about taste, that the time is short but if you use it well you can always do many things together, and the time together is really the gift more precious, that love for children it is infinite and everything that is done is first of all for their own good, that for a mother who works all day sometimes it is difficult to manage everything but you learn to leave some of them partly to not feel frustrated, you learn to always smile, to dream with little, to play with nothing, to live the magic of every season, every trip, every day … oh yes, you learn to look at the world with different eyes and you feel every day more and more ‘yourself; we learn from them to devote ourselves every day to something that makes us feel really good, to laugh at all, to run around the house pretending to be airplanes, jump into puddles, get our hands dirty, sing out of tune … the child inside you will thank you …

 

Annunci