Adoro le marmotte!

“Fra i dormiglioni del letargo ci sono anche ghiri, tassi, lucertole e persino le rane, che sprofondano nel fango degli stagni. Ma non per tutti è lo stesso. L’orso ad esempio ha un sonno molto leggero, una specie di dormiveglia nel quale la temperatura corporea passa dai 36-38 a 31-32 gradi. Se lo disturbi si sveglia, e certo non di buonumore. La marmotta, invece, come il ghiro che dorme abbracciato alla coda, la potresti prendere dalla paglia e trasportare, quasi non se ne accorge. Il suo letargo è un capolavoro fisiologico: la temperatura scende da 35 a meno di cinque gradi, il cuore rallenta da 130 a 15 battiti al minuto; per sei mesi non mangia e non beve, consuma le scorte di grasso. Strategia perfetta, contro il gelo dell’alta quota.”
(Carlo Grande)

… ogni primavera durante le nostre escursioni in montagna speriamo sempre di “scovare” qualche marmotta e quest’anno siamo stati fortunatissimi, ne abbiamo viste un sacco!

Marmotte incontrate sul sentiero verso il lago della Vacca ( alta valle del Caffaro , BS )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...