Osservatorio austroungarico Monte Rust

Durante il conflitto sul fronte degli Altipiani le comunicazioni militari avvenivano attraverso il telefono e il telegrafo.
Nel timore che i bombardamenti le potessero facilmente interrompere, gli austro-ungarici adottarono dei sistemi di comunicazione alternativi come l’uso dei piccioni viaggiatori e dei segnali ottici.
Questi ultimi trovarono ampia applicazione nelle comunicazioni tra i forti: allo scopo venne allestita una stazione di collegamento ottico sulla sommità di monte Rust, un’altura che si erge nei pressi di Lavarone Chiesa, circa a metà della linea fortificata.
La stazione – di cui sono visitabili i ruderi – si serviva di vari proiettori elettrici infissi nei muri, perfettamente orientati in direzioni dei forti o delle stazioni riceventi decentrate.
Situata sul Sentiero della Pace, la stazione di collegamento ottico di Monte Rust è facilmente raggiungibile percorrendo la comoda ex strada militare, sterrata, che sale da Lavarone Chiesa o da vari sentieri forestali che prendono avvio da Carbonare oi da Nosellari. (ci. dal sito study.com)

 

Come si raggiunge:

Da Lavarone (TN) superare l’abitato di Chiesa verso Carbonare. Appena usciti da Chiesa si incontra l’Albergo Monte Rust (Via Trento,1). Dietro l’albergo inizia la strada che si percorre a piedi in 30 minuti.

 

E’ una semplice escursione, senza alcuna difficoltà, si snoda in mezzo al bosco ed è alla portata di tutti, ad alto interesse storico dal monte si gode di un bellissimo panorama.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...